Logo
.
...Data venerdý 7 ottobre 2022
...Visite ad oggi 830636  Visitatori
Logo
 

Ambito di Ricerca:La lingua locale: testi e voci
   
Espressioni dialettali venete_2 ("Nina e radicio")
 
immagine allegata


immagine allegata


Voce narrante di Angelo Sartori

Quando magno el radicio de "La Marca",
(Marca Gioiosa et Marca Amorosa),
me ricordo la Nina de 'na volta.
La gera 'na belezza, in veritÓ:
el corpo longo e bianco
come le coste candide
del radiceto tenaro
che gh'Ŕ in quel de Treviso:
in testa la gaveva
'na scavegiada splendida,
dorada, come quelo
che nasse a Castelfranco.


Se po' ricordo el so temperamento,
overossia l'umor,
ne le zornade nere,
mi penso al bon radicio de Treviso
col so amareto; e inveše
ne le zornade limpide,
al dolše de quel'altro,
quelo de Castelfranco.


E a mi, el me piase tanto, sto radicio,
come m'ha piasso tanto la me Nina;
e lo magno, gustandolo,
come gustavo i basi de na volta.
Ma adesso ormai, la Nina
l'ha fato la so strada...
l'Ŕ 'ndada via.


Ma 'l radiceto, tuto, de "La Marca",
quelo se lo ga sempre:
sia quelo a foge lunghe de Treviso
o a foge larghe quel de Castelfranco:
un poco amaro el primo,
pi¨ dolše un fia el secondo.
I xe un capolavoro de bontÓ...
Quando magno el radicio de "La Marca"
(Marca Gioiosa et Marca Amorosa)
so 'l omo pi¨ feliše de la tera.

di Arturo Bogo


Fonte:"El SIL" Periodico del circolo "Amissi de la poesia"- Treviso.


immagine allegata

(ph. by Enio Miotto)

NINA E RADICCHIO

Quando mangio il radicchio della Marca

(Marca Gioiosa et Marca Amorosa)

mi ricordo della Nina di una volta

Era una bellezza in veritÓ:

il corpo lungo e bianco

come i gambi candidi

del radicchietto tenero

che c'Ŕ in quel di Treviso:

sulla testa aveva

una capigliatura splendida,

dorata, come quello

che nasce a Castelfranco.

á

Se poi ricordo il suo temperamento

cioŔ l'umore,

nelle giornate nere,

penso al buon radicchio di Treviso

con il suo amarognolo; e invece

nelle giornate limpide,

al dolce dell'altro,

quello di Castelfranco.

Mi piace tanto questo radicchio,

come mi piacque tanto la mia Nina;

e lo mangio, gustandolo,

come gustavo i baci di una volta.

M adesso, ormai, la Nina

ha fatto la sua strada...

Ŕ andata via.

Ma tutto il radicchietto,

quello lo si ha sempre

sia quello a foglie lunghe di Treviso

o a foglie larghe quello di Castelfranco:

un p˛ amaro il primo

poco pi¨ dolce il secondo.

Sono un capolavoro di bontÓ...

Quando mangio il radicchio della Marca

(Marca Gioiosa et Marca Amorosa)

sono l'uomo pi¨ felice della terra.

á

á


Contributo di pubblicazione: ROdAlia

 
     
Edizione RodAlia -
pubblicazione consultata 3479 volte
totale di pagine consultate 763943
Copyright 2008- Ideazione e Coordinamento di Romualdo Guccione - Realizzazione tecnica del sito di Enzo Callari -